Lo Sciusceddu è un particolare primo piatto siciliano a base di carne. Si tratta di una preparazione del passato, una di quelle che subito ricorda la tavola delle nostre nonne.

Il nome, secondo alcuni, deriverebbe dal latino “juscellum” che vuol dire zuppa, mentre altri sostengono che derivi dal verbo siciliano “sciusciare”, ovvero soffiare.

Come fare lo Sciusceddu Siciliano

Ingredienti

  • 400 g di carne di vitello tritata due volte
  • 40 g di parmigiano o di provola
  • 1 uovo
  • 2 cucchiai rasi di pangrattato
  • 1 cucchiaio raso di prezzemolo tritato
  • buccia di limone
  • brodo
  • sale
  • 350 g di ricotta
  • 100 g di caciocavallo (volendo, sostituite con provola e parmigiano)
  • 4 uova
  • 1 cucchiaino di succo di limone
  • sale
  • pepe

Procedimento

  1. In una ciotola amalgamate la carne tritata con l’uovo, il formaggio grattugiato, il pangrattato, la buccia grattugiata di limone, il prezzemolo e il sale.
  2. Mescolate bene e prendendo un po’ di composto alla volta fate tante minuscole polpettine rotonde.
  3. In una pentola versate il brodo, portatelo a bollore e lessatevi le polpettine per 10 minuti, sgocciolatele e filtrate il brodo.
  4. Preparate la ricotta soufflé: amalgamate la ricotta con il formaggio, quattro tuorli, sale e pepe.
  5. Montate a neve ferma gli albumi con alcune gocce di succo di limone e incorporateli al composto.
  6. Raccogliete le polpettine in una zuppiera da forno, sopra versate il brodo caldo che deve arrivare a 2-3 cm dal bordo, sulla superficie del brodo distribuite la ricotta a cucchiaiate.
  7. Cuocete in forno caldo a 200° per circa 30 minuti.
  8. Ritirate e servite.

Buon appetito!