Grosso pericolo frane in Sicilia. Ben 8 Comuni siciliani su 10 si trovano in una zona a forte rischio dissesto e la Regione spinge sulla messa in sicurezza del territorio: in questi mesi estivi ha mandato in gara 100 milioni di opere per la sistemazione di costoni rocciosi e la pulizia di fiumi e torrenti, e altri 500 sono stati già stanziati da Roma nel Patto per il Sud e si spenderanno entro il 2022. 

Come riporta il "Giornale di Sicilia", da cui si apprende la notizia, ci sono però circostanze in cui la prevenzione strutturale da sola non basta. La tragedia del parco del Pollino, in Calabria, ha messo in allarme le strutture siciliane che si occupano della sicurezza.

Calogero Foti, capo della Protezione civile siciliana, spiega: "Sia chiaro, tragedie come quella della Calabria possono accadere in qualunque momento a prescindere dagli interventi effettuati".