Roberto Carbone è un 24enne siciliano che ha scelto per la sua laurea un regalo decisamente insolito: un pezzo di terra da coltivare, per costruire il proprio futuro. Il giovane si è laureato in Scienze e tecnologie alimentari e ha deciso di dedicarsi a un terreno a Trecastagni (Catania), regalatogli dai genitori.

Così ha avviato una coltivazione di piante aromatiche e spezie, seguendo la passione del nonno, che coltivava a Nicolosi le viti. “Fare vino – ha spiegato Roberto – sarebbe stato troppo impegnativo dal punto di vista economico e così, restando con i piedi per terra, ho deciso di coltivare e trasformare piante aromatiche mediterranee”.

La sua azienda si chiama “Sari” e si trova all’interno del Parco dell’Etna, fra i 650 e i 700 metri. Nel suo terreno si trovano, rosmarino, origano, peperoncini, lavanda, elicriso e zafferano.

A maggio le piante aromatiche vengono lavorate e imbustate in un piccolo laboratorio. Tutto è fatto a mano, soprattutto da Marisa, mamma di Roberto. L’obiettivo del 24enne siciliano è fare conoscere i prodotti all’estero, dove saranno ancora più apprezzati.

Foto Azienda Agricola Sari