Il Porticciolo di Donnalucata, nel borgo antico di Scicli, si prepara ad accogliere un evento gastronomico molto atteso: la Sagra della Seppia. Appuntamento da venerdì 15 a domenica 17 marzo, con una bontà del mare siciliano.

Ogni giorno le barchette dei pescatori portano a casa questo prodotto dalla lunga tradizione culinaria: gli abitanti del paese marinaro, infatti, lo sanno cucinare molti modi, tutti deliziosi. Seppia arrostita o ripiena, ‘mpanata, spaghetti al nero, immancabili arancini: ce n’è per tutti i gusti.

A marzo si ha la massima esaltazione, con la sagra che si realizza da circa 40 anni e che per questa edizione vedrà partecipare l’Associazione Provinciale Cuochi Iblei.

Sagra della Seppia Programma

Si comincia venerdì 15 marzo, con lo chef Marco Failla, che preparerà la Seppia farcita con ricotta, pancetta croccante e limone caramellato. Sabato 16, a pranzo, la chef Triscia Vinzi proporrà la sua insalata di seppia su zuppa di pomodoro sicula, passolina e burrata, insieme allo chef Salvo Vicinale, con i suoi riccioli di seppia scottati su crema di mandorle al limone, nero e olio al basilico.

Sempre sabato, ma di sera, sarà la volta dello chef Massimo Schininà, con il suo ncucciatu mantecato al nero, con seppie, zucchine e salsicchia chips e dello chef Michelangelo Mollame con la cruditè di seppia aromatizzata al lime su crema di macco di fave, ricotta di bufala e polvere al nero di seppia.

Domenica, a pranzo, saranno protagonisti lo chef Riccardo Cilia con tagliatelle di seppia, finocchio, mango e schiuma di pompelmo, e lo chef Luca Giannone, che preparerà invece invece una tagliatella di seppia saltata con aglio, olio e peperoncino, servita su crema di zucca, lenticchia soffiata e carbone di olive.

Si chiude domenica sera: lo chef Angelo Di Tommasi preparerà la ‘mpanata di seppia aperta, mentre la chef Gaia Iurato realizzerà una polpettina di seppia, cuturro e mandorle, piselli, crema di ricotta, cipolla allo zafferano, pomodoro datterino soleggiato.