La Sagra della Sfincia di Montelepre diventa maggiorenne. La prima edizione ha avuto luogo il 6 gennaio del 2001 e l’appuntamento si rinnova anche nel 2019, nello stesso giorno. Il dolce tipico di Montelepre, a forma di “e”, viene preparato con ingredienti semplici: acqua e farina, zucchero, miele e cannella. L’associazione A.T.M.A ha promosso la valorizzazione di questa prelibatezza.

In passato veniva preparata con ingredienti poveri e facilmente reperibili, poi nel tempo sono stati introdotti miele, zucchero e aromi come la cannella. Oggi, per realizzarla, si utilizza un impasto di latte, acqua e farina, dolcificato dopo la frittura con zucchero e cannella.

La Sagra della Sfincia “di prescia” è chiamata così per i tempi minori che si impiegano nella sua preparazione. Il procedimento, infatti, è diverso da quello delle classiche frittelle. L’impasto si lavora velocemente in un tegame, per evitare che si attacchi alla pentola. Viene poi riversato in uno “scanaturi”, cioè una piattaforma di legno per impastare, quindi si aggiungono le uova e viene lavorato a mano per formare piccole sfince a forma di fiocco. Ogni anno, il giorno dell’Epifania, a Montelepre giungono numerosissimi visitatori per assaggiare le sfince.