Importante scoperta a Gela, durante alcuni lavori per la rete idrica in via Cicerone. È riemerso un sarcofago del V secolo avanti Cristo che, secondo l’archeologo Giuseppe La Spina, direttore del gruppo archeologico Geloi, è di età classica. Nello specifico il sarcofago in terracotta è decorato al suo interno da due piccole colonne in stile ionico.

Questo particolare fa supporre l’importante status sociale del relativo proprietario. Il reperto, purtroppo, è stato danneggiato e depredato, come dimostrato dalla mancanza del corredo interno. Secondo i ricercatori, comunque, si può considerare un tesoro. Sempre a Gela, ma in via Genova, poco tempo fa è stata ritrovata una necropoli di epoca greca, con sculture scavate nella roccia.

Gela è stata fondata intorno al 688 a.C., da coloni di Rodi e Creta. La storia alternò fortune e sfortune, perché fu distrutta più volte, prima dai Cartaginesi e poi da Finzia, tiranno di Agrigento.