Il centro di accoglienza di migranti diventa una casa a luci rosse. Succede a Camaiore, in provincia di Lucca, in Toscana, dove è esploso un vero e proprio caso. Tutto nasce quando Forza Italia, per voce del capogruppo Riccardo Erra, presenta un'interrogazione parlamentare su presunti appuntamenti hot nel centro profughi cittadino. I vigili si appostano per controllare se è vero, come si dice in paese, che gli immigrati (tutti uomini) ospitati nella struttura siano soliti ospitare anche delle ragazze di colore. 

Il fatto è che i vigili oltre a riscontrare la presenza, sotto i letti, delle ragazze nigeriane, hanno trovato anche dell'altro. Il quotidiano toscano "La Nazione" scrive che "il viavai di auto nella notte, che aveva tanto allarmato i vicini di quella casa, era fatto di donne bianche, camaioresi, e qualcuna pare fosse anche sposata".

Ma non è tutto. Perché, scrive sempre il quotidiano, "durante gli appostamenti serali è stato notato che le auto che si fermavano per un paio d’ore erano di donne bianche, giovani e meno giovani, e anche riconoscibili. Però nessun reato veniva commesso, e quindi non ci sono state segnalazioni". Ma in città si continua a parlare…