Un assaggio di Sicilia: Sfincione fatto in casa.

  • Scopriamo insieme una ricetta tipica della cucina siciliana.
  • Lo sfincione è il re dello street food e vanta una antica tradizione.
  • Soffice e ricco di gusto, resistergli sarà impossibile.

Quando si pensa allo sfincione siciliano, si pensa anche che farlo in casa sia difficile. Questa ricetta vanta una lunga tradizione ed è quindi normale che ci si senta un po’ in soggezione a cucinarla! In realtà, non è per nulla difficile. Si tratta di una delle preparazioni dello street food siciliano più famose. La sua origine è palermitana ma, grazie alla sua bontà, ha conquistato tutta la regione. Lo si può acquistare nei panifici, nelle rosticcerie o dai tanti ambulanti che, a Palermo, si incontrano camminando lungo il centro storico. La pasta è soffice e spugnosa, il condimento molto ricco: un vero trionfo di sapore. La ricetta dello sfincione fatto in casa è facile da realizzare. Vediamo come fare.

Ricetta dello Sfincione Siciliano fatto in casa

Ingredienti

  • 1 kg di cipolle dorate o bianche pelate
  • 1\2 kg di farina per pizze
  • 250 g di acqua tiepida
  • 1 bustina di lievito di birra disidratato oppure 30 gr. di lievito di birra fresco
  • 4 sarde salate pulite e sfilettate o un vasetto di acciughe sott’olio
  • 100 g di caciocavallo ragusano stagionato grattugiato
  • 1 cucchiaio di miele
  • 1 bottiglia di passata di pomodoro e basilico
  • 100 g di caciocavallo ragusano a scaglie
  • 4 cucchiai di pangrattato
  • 4 cucchiai di origano secco
  • 150 g di olio extravergine d’oliva

Procedimento

  1. Per cucinare lo sfincione fatto in casa, impastate la farina con il lievito di birra, che avrete sciolto in acqua tiepida, e il miele.
  2. Dopo aver lavorato un po’ l’impasto, unite anche il sale. Potete aggiungere, se necessario, qualche cucchiaio d’acqua.
  3. Lavorate il composto, che deve essere liscio e omogeneo.
  4. Create una palla con l’impasto, quindi mettetelo in una ciotola infarinata, coprite con la pellicola e con un plaid e fate lievitare fino al raddoppio.
  5. Passate al condimento.
  6. Tritate grossolanamente le cipolle e fatele rosolare in padella con 150 grammi di olio e il sale.
  7. Aggiungete i filetti di acciughe, la passata di pomodoro e il pepe.
  8. Fate cuocere e, alla fine, aggiungete l’origano.
  9. Stendete l’impasto su una teglia foderata con carta forno e ricopritelo con il caciocavallo grattuggiato.
  10. Coprite con metà del condimento (l’altra metà congelatela per la volta seguente!).
  11. Aggiungete il caciocavallo a tocchetti, affondandolo con le dita.
  12. Cospargete con il pangrattato e fatelo lievitare, di nuovo, per almeno mezz’ora.
  13. Cuocete nel forno già caldo a 250°C per 15 minuti.
  14. Sfornate e servite caldo o a temperatura ambiente.

Buon appetito!

Ricetta e foto di Mimma Morana

Articoli correlati