La città italiana con il centro storico più vitale è Siracusa. Quella a maggiore rischio di declino commerciale, invece, è L’Aquila, in Abruzzo. La storia del centro abruzzese è stata profondamente segnata dal pesante terremoto del 2009.

A dirlo è la classifica stilata da Confcommercio, che tiene conto del numero di negozi (+24,2% tra il 2008 e il 2018 a Siracusa, -42,9% all’Aquila), delle attività ambulanti (+23,1% nel primo caso, -38% nel secondo) e turistiche, che sono raddoppiate nella città siciliana (+98,3%), diminuite del 20,1% in quella abruzzese ma anche l’andamento della popolazione e dei canoni di locazione commerciale.

LEGGI ANCHE: Cosa vedere a Siracusa

Su BlogSicilia si legge che ai primi posti nella classifica dei centri più vitali, dopo Siracusa, ci sono Pisa, Matera, Grosseto, Lucca, Latina e Avellino. In fondo alla lista, subito prima dell’Aquila si trovano Gorizia (penultima), Ascoli Piceno, Genova, Chieti, Ancona e Biella.

Foto di Francesco Cappiello