Aveva suscitato mille polemiche anche quando era sbarcato nelle sale cinematografiche, altrettanto discussa è adesso la scelta di Mediaset di trasmetterlo in prima serata. Alle 21.10, infatti, su Canale 5 andrà in onda l'adattamento cinematografico del romanzo erotico "50 sfumature di grigio", il film con Jamie Dornan e Dakota Johnson tratto dal primo volume della trilogia di E.L. James, pseudonimo di Erika Leonard.

Una scelta che non è piaciuta per niente al Moige, il Movimento Italiano Genitori, che in un comunicato ha attaccato duramente Mediaset ritenendo «eticamente scorretta e decisamente lesiva verso i minori, televisivamente violati con una programmazione inadatta alla loro età».

Per Elisabetta Scala, responsabile dell'Osservatorio media, «questa non è una televisione capace di esprimere rispetto verso le famiglie che credono nel valore sociale e culturale della tv che utilizza concessioni pubbliche».

Dopo l'attacco a spada tratta, la richiesta agli sponsor. «Chiediamo alle aziende inserzioniste di ritirare gli spot da programmi lesivi e irrispettosi dei minori», insorge la Scala. 

La storia tra la timida studentessa Anastasia Steele e il ricco e intraprendente Christian Grey potrebbe dunque non essere trasmessa, anche se al momento Mediaset ha confermato la regolare proiezione che – inutile negarlo – dopo aver sbancato i botteghini, stasera potrebbe fare il record di ascolti anche in chiaro. 

R.B.