Sorprendente scoperta nelle acque di Stromboli. Il cacciamine Vieste della Marina Militare, durante un’attività di verifica tecnica e sorveglianza dei fondali nel Mar Tirreno, ha ritrovato il relitto dell’Incrociatore Leggero Giovanni Delle Bande Nere, affondato nel 1942.

Il relitto è stato localizzato e identificato a circa 11 miglia nautiche a sud di Stromboli, a una profondità compresa tra i 1460 e i 1730 metri. La posizione è compatibile con quella dell’affondamento, avvenuto nell’aprile del 1942, mentre era in trasferimento da Messina a La Spezia.

I fondali di Stromboli

Nel corso della navigazione, alle 9 circa, fu colpito da alcuni siluri lanciati dal sommergibile britannico H.M.S. Urge. L’incrociatore, che rimase spezzato in più tronconi, affondò rapidamente e nell’evento perì gran parte dell’equipaggio.

LEGGI ANCHE: Il tramonto di Stromboli candidato a Patrimonio dell’Umanità

La scoperta è avvenuta impiegando alcuni veicoli subacquei imbarcati sul cacciamine Vieste, in grado di condurre ricerca e identificazione a quote profonde. L’area di ricerca è stata circoscritta sulla base di presunte coordinate di affondamento e il cacciamine ha provveduto a mappare il fondale con il veicolo Hugin, scoprendo più contatti correlabili con il relitto.