La Sicilia d’estate dà sicuramente il meglio di sé, con il suo bellissimo mare e i suoi stupendi scorci paesaggistici. E che dire poi delle sue isole minori? Tra isole Eolie, Egadi, Pelagie, Ustica e Pantelleria i posti dove rilassarsi a un tiro di schioppo dalle coste regionali e dove fare un bagno indimenticabile non mancano, e sono tanti quelli che scelgono tali isolette come meta prediletta per le proprie vacanze. E la lista dei posti da non perdere è davvero fitta.

1) Lipari, spiaggia bianca. Senza dubbio uno dei must per chi decide di rilassarsi un po’ nell’isola principale dell’arcipelago eoliano. Il nome è dato dal suo colore: qui la presenza massiccia di pietra pomice ha dato questa particolare tonalità cromatica sia alla spiaggia che al fondale. Un paesaggio davvero suggestivo.

2) Salina, Pollara. Luogo unico nell’isola più verde delle Eolie, famoso anche per aver ospitato il set della casa di Neruda per il film “Il Postino”, l’ultimo di Massimo Troisi. Troviamo qui un anfiteatro naturale a picco sul mare, rifugi di pescatori scavati nel tufo e mare cristallino. Da questa zona è possibile ammirare, ed è universalmente riconosciuto, uno dei tramonti più belli al mondo grazie al panorama e al colore rosso intenso che assume il sole e la sua luce riflessa.

3) Vulcano, Sabbie Nere. L’origine vulcanica dell’isola, come di tutte le altre Eolie d’altronde, ha regalato a Vulcano questa magnifica baia sabbiosa di colore nero, apprezzatissima anche per le sue acque limpide.

4) Panarea, Cala Junco. Senza dubbio uno dei posti più suggestivi di tutte le isolette in provincia di Messina: questa baia a forma di anfiteatro è delimitata da formazioni rocciose che formano una vera e propria piscina naturale. Le colorazioni che le acque assumono in questo posto lasciano a bocca aperta, tra il verde smeraldo e il turchese.

5) Filicudi, Spiaggia di Capo Graziano. Insieme ad Alicudi, Filicudi è sicuramente l’isola più selvaggia e meno “turistica” dell’arcipelago. Ma non per questo meno straordinaria: in questa spiaggia, tra i suoi ciottoli, si può godere di un mare a dir poco cristallino e meraviglioso.

6) Favignana, Cala rossa. Sicuramente una delle spiagge più belle dell’isola del trapanese, e probabilmente anche d’Italia. Il sentiero che porta a questo luogo indimenticabile è leggermente scosceso, ma una volta arrivati lì si dimentica tutto il resto. Incantevole è dire poco.

7) Marettimo, Praia dei Nacchi. La più lontana isola delle Egadi non presenta spiagge attrezzate e molti luoghi sono raggiungibili solo via mare. Sul versante orientale dell’isola troviamo però questa caletta cui si può arrivare grazie a un sentiero, suggestiva come poche altre.

8) Lampedusa, Spiaggia dei conigli. Una volta arrivati qui, impossibile non innamorarsene. La sua sabbia è candida, il fondale è basso e l’acqua è di una bellezza e limpidezza più unica che rara. In più, si possono qui trovare le tartarughe, dando a tale location quel tocco di magia in più.

9) Ustica, Punta Spalmatore. La piccola isola in provincia di Palermo non è certo famosissima per le spiagge, essendo molto rocciosa e frastagliata (e perfetta per gli amanti delle immersioni). Tuttavia, ci sono luoghi da sogno e agevoli pure qui: in questa zona due calette di ciottoli e sabbia nera consentono bagni rigeneranti e unici, per via dei pesci con cui nuotare insieme. Esperienza incredibile per gli amanti dello snorkeling.

10) Pantelleria, Cala Levante. Una delle spiagge con il miglior paesaggio in assoluto dell’isola. Qui la bellezza dei fondali e lo sfondo di Faraglione e Arco dell'Elefante forniscono ai bagnanti un’esperienza impagabile.