La Sicilia è piena di straordinari tramonti: tra questi c’è anche quello che vede protagonista il vulcano di Stromboli. Soprattutto nelle giornate più nitide, è uno spettacolo straordinario e ci sono località che regalano una vista unica, alcune delle quali si trovano in Calabria.

Non stupisce, dunque, se proprio dalla Calabria è partita l’idea di candidare il tramonto siciliano a Patrimonio dell’Umanità Unesco. Il comitato Calabria Network Mediterraneo, formato soprattutto da giovani, si è fatto promotore della proposta: di fatto lo spettacolo del sole che viene praticamente “inghiottito” dal vulcano rispetta tutti i criteri richiesti per ottenere il riconoscimento.

Il tramonto di Stromboli Patrimonio dell’Umanità

Il regolamento Unesco, infatti prevede che goda di unicità, universalità e insostituibilità. A questo si aggiunge il fatto che rispetto anche il VII Criterio della Convenzione sul patrimonio dell’Umanità del 1972 che afferma che sono riconoscibili “fenomeni naturali o atmosfere di una bellezza naturale e di una importanza estetica eccezionale”.

Le Isole Eolie, di fatto, sono già state riconosciute come Patrimonio Unesco nel 2000, in quanto riserva della biosfera nonché come patrimonio culturale. Aggiungere anche un riconoscimento speciale per il tramonto sarebbe un perfetto completamento. Queste isole hanno sempre esercitato un fascino senza eguali: d’altronde prendono il nome dal dio Eolo, signore dei venti. Stando alla mitologia greca, il dio si sarebbe riparato proprio qui, dandogli il nome.

Foto di Erica Maglietta