Un terremoto di magnitudo 4.6 è stato registrato alle 8.29 di ieri nel mar nel Tirreno meridionale, al largo della Sicilia e della Calabria. L’epicentro, secondo quanto reso noto dall’Ingv, era a una profondità di 530 chilometri.

Nello stesso tratto due eventi tellurici, ma di minore intensità, erano stati registrati anche qualche giorno fa: la prima scossa, di magnitudo 2.1 è stata registrata alle 5.18 a una profondità di 76 chilometri; la seconda, di magnitudo 2.2, alle 13.25 a una profondità di 159 chilometri.