Tuccio Musumeci è il grande attore siciliano che ha dato un volto al padre di Saverio Lamanna nella fiction Màkari di Rai1. Catanese, ha portato la sua esperienza sul set, vestendo i panni dell’apprensivo e attento padre del protagonista della serie. Vita privata, carriera e curiosità su un talento 100% Made in Sicily.

Makari, chi è il padre di Saverio

Le puntate di Màkari 2 sono iniziate e su Rai1 abbiamo ritrovato gli amatissimi personaggi della prima stagione. Tra questi c’è anche il padre di Saverio Lamanna, interpretato dall’attore catanese Tuccio Musumeci, un grande artista che vanta una lunga carriera alle spalle.

Il padre di Saverio è, sul piccolo schermo, molto premuroso e sempre preoccupato per il figlio. Fra loro ci sono complicità, affetto, intesa. Esiste, però, anche qualcosa che in fondo li divide, che gli impedisce di capirsi fino in fondo. Come una distanza, un vuoto che si è aperto fra loro soprattutto dal giorno in cui è morta la madre di Saverio.

In ogni modo padre e figlio si conoscono come nessuno, sanno come prendersi e alla fine trovano sempre il modo di superare l’aporia che si frappone fra loro. Li ritroviamo spesso e volentieri seduti insieme a tavola, mentre mangiano nella casa di famiglia dei Lamanna i piatti preparati dall’inseparabile Maricchiedda.

Tuccio Musumeci e il personaggio di Màkari

Musumeci ha saputo caratterizzare molto bene il suo personaggio. Un padre apprensivo e affettuoso, che ha naturalmente i suoi difettucci, ma che è molto attento nei confronti del figlio. Rimasto vedovo, proprio non ne vuole sapere di tornare nella casa di Màkari (“Lì va tutto a rotoli!“, è solito dire) e preferisce che sia Saverio ad andare a trovarlo a Palermo.

Come abbiamo anticipato, Tuccio Musumeci vanta una importante carriera alle spalle. Classe 1934, ha lavorato nel cinema, nel teatro e nella televisione, recitando in italiano e in siciliano. I primi passi nel mondo dello spettacolo risalgono agli anni Sessanta: ha iniziato la sua carriera esibendosi nel mondo del cabaret e dell’avanspettacolo, insieme a Pippo Baudo.

La costituzione del Teatro Stabile di Catania gli ha permesso di recitare in lavori teatrali, per lo più comici. Così ha sviluppato la verve e l’inconfondibile mimica che, ancora oggi, lo contraddistinguono. I suoi personaggi sono sempre molto caratteristici e con un piglio inconfondibile. Con lo Stabile è avvenuto il grande salto.

Tuccio Musumeci ha calcato i grandi palchi non solo italiani: dal Piccolo Teatro di Milano, al Teatro Stabile di Genova, dal Teatro Verdi di Trieste al Teatro Stabile di Napoli. E, fuori dai confini nazionali, il Beaumont Theatre di New York o il Teatro Colón di Buenos Aires.

Proprio a New York, nel 1985, ha ricevuto il premio Italian – American Forum per l’interpretazione nel ruolo di Pipino il Breve. L’attore siciliano che interpreta il padre di Saverio Lamanna ha recitato in diversi film.

Da Mimì metallurgino ferito nell’onore (di Lina Wertmüller) a La matassa di Ficarra e Picone, tante le partecipazioni. In tv lo abbiamo visto in Mastro Don Gesualdo, I racconti del maresciallo, Il commissario Montalbano, Don Matteo e, adesso, in Màkari.

logo-img
La redazione di siciliafan.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su siciliafan.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
    Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia

    Articoli correlati