Il 46enne Gabriele Luccherini ha massacrato di botte la compagna, la 45enne Sara Pasqual, dopo l’ennesima lite e dopo che negli anni scorsi era già stato arrestato per violenze. Il tremendo delitto è avvenuto nella loro casa della provincia di Novara, in Piemonte. 

I due, con problemi di alcol, avevano trascorso la notte in camere separate. Dopo il delitto, Luccherini ha atteso i carabinieri e li ha seguiti in caserma senza opporre resistenza. L’uomo aveva più volte avuto a che fare con la giustizia: nel 2013 era stato arrestato su denuncia della madre, che non ne poteva più delle violenze del figlio. Era stato condannato a tre mesi, pena sospesa, per aver aggredito i carabinieri che lo stavano arrestando.

I carabineri stanno interrogando anche gli amici e i vicini della coppia, che si era lasciata più volte ma poi era sempre tornata insieme, per capire meglio la natura del rapporto. A dare l’allarme sono stati proprio alcuni vicini, che hanno sentito dei forti rumori provenire dalla casa della vittima. Quando sono arrivati i soccorritori del 118, per la donna non c’era più nulla da fare mentre l’uomo è stato portato in caserma.