Una giovane ragazza, "Leah" su Twitter, ha raccontato la sua triste vicenda, conseguenza di un (presunto) trattamento di bellezza, cioè una vernice lavabile di colore rosa shocking sul viso. Anche se sull'etichetta c'era scritto che sarebbe stata rimossa sia dalla pelle che dai tessuti con una certa facilità, dopo essersi lavata la faccia è rimasta sconvolta: aveva ancora il volto completamente rosa.

Non ci ha pensato su due volte a mostrare il suo "esperimento" sui social, dove ha postato le foto del disastro con tanto di didascalia al vetriolo rivolta all'azienda produttrice, la Palmer Paint Products. Leah ha infatti scritto semplicemente "ci vediamo in tribunale", minacciando l'azienda di prendere dei provvedimenti legali il prima possibile. Quello che la ragazza denuncia è il fatto che sulla boccetta del prodotto non era stato scritto che si trattava di una vernice indelebile, anzi veniva indicato che poteva essere rimossa con dell'acqua.