Il Vilucchio (Convolvus) è un fiore molto diffuso in Sicilia. Cresce spontaneamente nei campi incolti, nei pascoli, ai bordi delle strade e nelle radure, fino a 600 metri sul livello del mare. Visto il suo gradevole aspetto, viene anche utilizzato come rampicante per giardini. Capita di incontrarlo di frequente, anche perché attira l’attenzione per forma e colore.

Si tratta, in generale, di una pianta tenace e infestante, quindi è meglio coltivarla in vaso.

La specie Convolvulus include più di 250 specie, che è possibile trovare nelle zone temperate. Scopriamo insieme alcune di queste varietà.

I fiori del Vilucchio Rosso (Convolvulus Althaeoides), di colore rosa, crescono solitari su lunghi peduncoli, e la sera si chiudono. Il Vilucchio comune, di colore bianco, ha la caratteristica di essere una fioritura senza profumo.

Per la sua tenacia infestante, il Vilucchio ha il significato di caparbietà e convinzione.

I fiori privi di profumo hanno dato vita ad alcune leggende. Si narra che, prima dell’imperatore Augusto, questi fiori fossero i più profumati di tutta Roma. Riempivano le strade con la loro presenza e il loro odore, ma questo non piaceva all’imperatore Augusto. Li vedeva, infatti, come un ostacolo alla sua fama.

Per questo motivo, Augusto chiese agli dei di far sparire quei fiori. Gli dei lo ascoltarono solo a a metà. Salvarono i fiori, ma questi continuarono a crescere senza profumo.

Foto

Articoli correlati