Sono tre le occasioni per scoprire la chiesa dell’Immacolata Concezione al Capo di Palermo, splendida testimonianza del Barocco palermitano che si trova all’interno del mercato del Capo, in via Porta Carini 38.

Nelle giornate del 29 febbraio, 28 marzo e 4 aprile la Banca Popolare Sant’Angelo organizza tre visite gratuite, su prenotazione, in due turni a scelta (alle 10 e alle 11). A condurle, il dottor Jean Paul Barreaud, conferenziere nazionale francese e fondatore di Sicilia Svelata, guida autorizzata in Sicilia da trent’anni.

Si può prenotare chiamando il numero 0916622261 o inviando un’email all’indirizzo eventi@bancasantangelo.com. Nel caso in cui inviaste un’email, ricordate di specificare giorno e ora prescelti. Le visite guidate rientrano in un interessante cartellone di eventi che la banca ha organizzato per celebrare i suoi 100 anni.

La chiesa, in passato, faceva parte dell’omonimo monastero benedettino costruito nel 1576 per volere della nobildonna Laura Imbarbara, vedova senza figli di don Sigismondo Ventimiglia. A portare all’edificazione del monastero vi furono gli eventi che si svolsero a Palermo nel 1575.

In quell’anno la città fu colpita da un’epidemia di peste ed il popolo invocò la Vergine, insieme ai santi “contra pestem” Rocco e Sebastiano. L’invocazione a Maria e le predicazioni congiunte dei francescani e dei gesuiti costituirono i presupposti per la fondazione del monastero.

Foto Wikipedia (dettaglio) – Kemonia