Ha rinunciato ai soldi, vive senza niente, e nonostante tutto è diventata la clochard che crea bellezza. Sul lungotevere di Roma, tra Testaccio e Porta Portese, Laura Galletti ha creato un angolo di bellezza con la sua baracca totalmente ricoperta di disegni allegri e luminosi.

Lei, come racconta "La Stampa" che l'ha intervistata, è un’ex-grafica pubblicitaria, origini venete e una carriera a Milano. Guadagnava 7 milioni al mese quando ancora esistevano le lire. Dopo la morte della madre ha abbandonato tutto. Non aveva figli né un marito, ha deciso di vivere senza soldi. E ci è riuscita.

Prima ha vissuto alla stazione Tiburtina. Da tre anni si è creata una baracca sul lungotevere nella zona di Porta Portese. È la baracca più pulita e ordinata delle tante che esistono sul fiume. Per Laura quello che conta è creare bellezza intorno a sé, ha anche decorato la parete dei bastioni del Tevere a cui si appoggia la baracca con decine di metri di murales pieni di fiori e colori allegri.

Ora ha 70 anni, 5 anni fa ha maturato la pensione. I primi mesi quei soldi li ha usati, poi ha deciso di regalarli a chi ha più bisogno di lei. Tiene per sé solo 27 euro. "Non ho bisogno di altro e in questo modo riesco a conservare il piacere di vivere di quello che trovo o che mi viene donato, come è accaduto in questi 12 anni", spiega.