Il 46% dei giovani rifiutano di lavorare per Milano Expo: ecco il motivo

Turni massacranti e faticosi per il ricompenso pattuito: sarebbe questa la motivazione che ha spinto 8 giovani su 10 a rifiutare il lavoro proposto da Milano Expo per gestire e coordinare al meglio l'evento prossimo al debutto. 

L'articolo è apparso sul Corriere della Sera e sta facendo molto scalpore:

8 giovani su 10 rifiutano di lavorare per Milano Expo nonostante "una corposa" busta paga (che ammonterebbe a 1.300 – 1.500 euro lordi) con contratto di apprendistato. Sabato e domenica compresi. 

Non è stato affatto semplice per Manpower (azienda selezionata da Milano Expo per svolgere il duro compito del recruitment) trovare giovani volenterosi under 29 che assunti con regolare contratto, potessero dare il loro contributo alla gestione della più grande fiera espositiva del mondo. 

Tante le candidature pervenute, più di 27 mila. Solo 645 i curriculum valutati in vista di svariate assunzioni. Il personale sarebbe servito per gestire al meglio il cuore della fiera, più di 84 cantieri dell'EXPO. Ma niente da fare, più del 46% dei candidati hanno dato forfait.

Il dato ha stupito tutti, anche il Commissario Unico Giuseppe Sala che ha commentato così la vicenda: 

Turni "troppo faticosi" per lavorare all'Expo: 8 giovani su 10 rifiutano il posto

Il dato ha stupito anche me. Ma forse molti di questi giovani hanno avuto nel frattempo altre offerte e comunque mi rendo conto che il lavoro temporaneo non dia le garanzie che invece vengono cercate.

 

Potrebbe interessarti:http://www.today.it/rassegna/giovani-rifiutano-lavoro-expo-2015.html#_ga=1.126435533.1925949614.1419850441
Seguici su Facebook:http://www.facebook.com/pages/Todayit/335145169857930