È calato il sipario su Miss Italia 2018: a conquistare l'ambita fascia di reginetta di bellezza è stata Carlotta Maggiorana, 26enne di Cupra Marittima che vive a Roma da ormai molti anni, ma le bellezze siciliane hanno comunque conquistato degli ottimi posizionamenti nella classifica generale.

Miss Italia 2018: il trionfo della bellezza siciliana

La palermitana Martina Rao ha portato a casa un posto nella top ten, mentre l'altra siciliana, Erika Nicolosi, di Santa Maria di Licodia, si è classificata tra le prime 15. Erika, nonostante le origini siciliane, è stata selezionata come concorrente dell'Abruzzo perché ha vinto le selezioni mentre si trovava in vacanza a San Benedetto del Tronto; ha anche vinto la fascia Miss Love's Nature. La giovane di Santa Maria di Licodia lavora come segretaria, ma partecipa a sfilate e set fotografici. È anche stata protagonista di diversi spot, tra cui uno per la Coca Cola, girato durantre i Mondiali di Calcio del 2018.

La giovanissima Martina Rao, 19 anni, è originaria di Monreale, nel Palermitano, e si è diplomata al liceo artistico: da sempre sogna di diventare una designer, ama cantare, ballare e disegnare.

Tra le bellezze di Miss Italia 2018 ce n'era anche una fuori concorso: stiamo parlando di Diletta Leotta, giornalista catanese che ha incantato il pubblico grazie alla sua bellezza. La Leotta ha presentato la kermesse insieme a Francesco Facchinetti, riscuotendo un grande successo e lodi da parte del pubblico. Un'ulteriore dimostrazione del fatto che la bellezza siciliana si fa notare.

Come abbiamo già anticipato, a vincere il titolo è stata Carlotta Maggiorana. Nella volata finale ha battuto Fiorenza D’Antonio, Miss Rocchetta Bellezza Campania. Terza classificata, Chiara Bordi, 18enne di Tarquinia con una protesi alla gamba, in seguito a un incidente in motorino.

Miss Italia 2018 è diplomata all’accademia Nazionale di Danza, è attrice e ha già avuto diverse esperienze nel mondo dello spetta colo: è stata valletta in diversi programmi e ha anche recitato in diversi film.