Abbagnarici ‘u pani significato.

  • Tra i modi di dire siciliani più famosi, ce ne sono alcuni che prendono spunto dalla cucina e della tavola.
  • Ancora una volta la lingua siciliana ci offre un’interessante sguardo sulla nostra isola.
  • Scopriamo insieme perché si utilizza questa espressione.

Inutile negarlo: la cultura popolare siciliana non smette mai di divertirci e stupirci. Non passa giorno senza parlare di qualcosa di interessante, che ci offre l’occasione di addentrarci nei meandri della tradizione. Basta camminare per strada, per sentire espressioni decisamente vivaci e colorite. Per i siciliani, è più che normale, ma per chi non è mai stato sulla nostra isola, è sicuramente una sorpresa. I modi di dire della nostra tradizione utilizzano spesso metafore di facilissima comprensione. Questo rappresenta un punto di forza, poiché li rende facilmente comprensibili a tutti: non stupisce, peraltro, perché comunque la loro origine è popolare, quindi è normale che fossero diffusi a ogni livello. Tra le espressioni più divertenti, più utilizzate e più amate, ce n’è una che chiama in causa un alimento famosissimo: il pane. Sapete già di quale stiamo parlando, ma adesso vogliamo conoscerla più da vicino.

Abbagnarici ‘u pani significa letteralmente “bagnarci il pane“, con il significato di inzuppare. Tendenzialmente si usa in due occasioni. La prima è quando ci si trova in un’occasione dalla quale si trae un enorme piacere (lo stesso piacere che si prova intingendo il pane nel sugo, facendo la scarpetta). La seconda è come corrispettivo di “girare il coltello nella piaga”, cioè trarre giovamento a scapito altrui: in questo caso, si intinge il pane nel piatto altrui, volendo continuare a procedere nella metafora. In Sicilia si abbagna il pane spesso e volentieri. Tutti noi abbiamo sentito – e continuano a sentire – questa espressione molto spesso. Siamo certi che sopravviverà tranquillamente a tutte le epoche e ne siamo lieti: ci sarà sempre una buona occasione per Abbagnarici ‘u pani!

Articoli correlati