Gianluca Di Gioia, il 36enne di Caltavuturo aggredito e avvelenato in Laos, è tornato in Italia. A dare la notizia è il fratello Salvatore: «È ricoverato presso l'ospedale Fondazione Macchi di Varese, nel reparto di terapia sub-intensiva a causa delle sue condizioni fisiche». Il giovane è giunto in Italia domenica, dopo essere stato ricoverato per oltre due settimane in Thailandia.

"Purtroppo – ha spiegato ancora il fratello – non può ricevere visite se non dai familiari più stretti, sarà mia premura avvisarvi quando sarà possibile fargli visita». Adesso bisognerà capire cosa è avvenuto a Gianluca Di Gioia in Laos. Ciò che si sa è che era solo in vacanza è che è stato trovato in fin di vita per strada.