È morto Alberto Sironi, il regista della fiction Il Commissario Montalbano. Originario di Busto Arsizio, aveva 79 anni ed era malato da diverso tempo. Amava profondamente la Sicilia. Fu lui a scegliere l’attore Luca Zingaretti per dare un volto a Salvo Montalbano, il personaggio creato dalla penna dello scrittore Andrea Camilleri. Un altro lutto, quindi, colpisce duramente lo staff della serie tv.

Meno di un mese fa, infatti, è morto Camilleri, proprio mentre erano in corso le riprese delle nuove puntate. Il set, nel corso di alcune delle registrazioni, era stato diretto dallo stesso Zingaretti, poiché Sironi non poteva essere presente. Il regista si era formato alla scuola d’arte drammatica del Piccolo Teatro di Milano, guidata da Giorgio Strehler e Paolo Grassi, poi il passaggio alla Rai negli anni Settanta, che ha cambiato tutto.

Alberto Sironi conosceva anche Andrea Camilleri. Pare che, in origine, lo scrittore immaginasse un attore molto diverso per ricoprire il ruolo di Montalbano: lo immaginava panciuto, più vecchio, lento e riccioluto. Il tempo e il successo della fiction hanno dimostrato che la scelta di Sironi fu vincente, perché Zingaretti interpreta magistralmente il ruolo.

L’attore fu scelto quasi per caso. In lizza, infatti, c’erano tre attori: uno non poteva essere presente perché aveva litigato con la moglie e aveva un occhio nero, mentre l’altro non ha fatto un ottimo provino.