È stato Christian Ioppolo a uccidere la fidanzata Alessandra Musarra. L’uomo ha confessato, dopo un lungo interrogatorio in Questura, di essere l’assassino, confermando i sospetti degli inquirenti. Alessandra Musarra è stata trovata senza vita, in una pozza di sangue, nella sua abitazione: a fare la scoperta, è stato il padre, che abita al piano di sopra con il resto della famiglia.

La donna non rispondeva e, preoccupato, l’uomo è entrato dalla finestra, trovandola morta, nel letto, con ecchimosi e tumefazioni in tutto il corpo. Erano segni di una violenza inequivocabile. Il fidanzato è stato subito rintracciato e fermato: interrogato, alla fine è crollato.

Come racconta BlogSicilia.it, Poche ore prima di essere uccisa, Alessandra Musarra aveva scritto su Facebook: “Lasciati alle spalle ciò che ti ha fatto soffrire. Lasciati alle spalle ciò che ti ha ferito. Lasciati alle spalle ciò che non puoi cambiare. Liberati da quei sentimenti che ti avvelenano. Non permettere a nessuno di spegnere il tuo sorriso. Perché tu meriti il meglio”.

In vista dell’8 marzo, poi, aveva anche scritto un altro post, in riferimento a una nota serie televisiva che affronta il tema della violenza sulle donne: “Ci sono sempre nuovi temi di violenze sulle donne perché sono in mille modi”.