Divieto di balneazione temporaneo in diversi tratti di mare tra Barcarello e Sferracavallo. Il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, ha firmato due ordinanze per imporre il divieto di balneazione, a causa del superamento del valore limite di concentrazione dell’alga tossica. I bagnanti troveranno la segnaletica apposita nei punti in cui non è consentito tuffarsi.

I tratti di costa interessati sono quelli nei pressi del porticciolo di Sferracavallo, all’altezza di via Virgilio, e a Barcarello, poco prima dell’accesso all’area marina protetta di Capo Gallo.

Come spiegato dal Comune: “È stata disposta – scrive il Comune – l’apposizione di segnaletica di avviso ai cittadini con la quale, in considerazione del potenziale rischio dovuto al rilascio di sostanze irritanti nell’aria, si consiglia di non sostare nelle immediate vicinanze”. I cartelli rimarranno fino a quanto l’Arpa Sicilia non avrà comunicato l’esito delle analisi che confermino valori inferiori al limite di soglia previsto dal decreto interministeriale di marzo 2010.

A quel punto l’Arpa informerà l’amministrazione, che provvederà all’emissione dei provvedimenti di competenza e rimuoverà i cartelli per cessata emergenza.