Un' azienda di Campodarsego, in provincia di Padova, in Veneto, non riesce a trovare lavoratori nonostante offra uno stipendio più che dignitoso. La Antonio Carraro cerca 70 dipendenti tra operai, tecnici e ingegneri, proponendo un contratto a tempo indeterminato. "Offriamo un contratto base di terzo livello che fa riferimento al contratto nazionale del settore metalmeccanico con una retribuzione di 1.590 euro lordi mensili", racconta al "Gazzettino" la responsabile relazioni esterne, Liliana Carraro.

L'azienda, specializzata nella produzione di trattori compatti per agricoltura, ha effettuato grossi investimenti per inserire nuovi robot alla catena di montaggio e ha necessità urgente di trovare manodopera specializzata che li faccia funzionare. Pur di risolvere il problema, la Carraro ha pensato di organizzare il 16 dicembre una giornata "porte aperte" nella speranza che qualche giovane in cerca di lavoro varchi la loro soglia. Attualmente l'industria occupa 380 dipendenti.

"È incredibile che non si riesca a trovare nessuno. Siamo un'azienda sana, capitalizzata, sicura, con mensa e servizi per i lavoratori. Come è possibile che non ci siano persone interessate a far parte del nostro gruppo? Forse i giovani di oggi vogliono fare tutti il medico o l'avvocato, ma non credo che riusciranno a trovare pane per i loro denti nell'Italia in cui viviamo", commenta amaramente Liliana Carraro.