Bioluminescenza, uno spettacolo straordinario che si può ammirare a Filicudi. Le attrazioni naturalistiche che questa meravigliosa isola della Sicilia offre sono numerose, e tra queste rientra anche la bioluminescenza, all’interno della Grotta del Bue Marino. Questo luogo diventa estremamente luminoso, grazie al proliferare di organismi unicellulari contenenti luciferina. Quando si arriva alla grotta in barca, si rimane affascinati dai colori e dal contatto con il mormorio delle acque. È come trovarsi in una suggestiva e luccicante piscina naturale, al di fuori del tempo e dello spazio.

Cosa è la Bioluminescenza?

In chimica, la bioluminescenza è un fenomeno grazie al quale gli organismi viventi emettono luce, attraverso particolari reazioni chimiche. L’energia chimica viene convertita in energia luminosa. Negli organismi marini gli organi produttori di luce prendono il nome di fotofori e sono presenti soprattutto nei pesci, nei cefalopodi, negli cnidari dell’ordine Siphonophora e in altri invertebrati viventi nel Piano batiale e nel Piano abissale nonché in numerosi organismi batipelagici.

Il principio alla base della bioluminescenza è lo stesso di quello della chemiluminescenza:  alcune molecole, prodotte in uno stato elettronico eccitato, emettono parte di energia sotto forma di radiazione luminosa (fotoni) tornando allo stato fondamentale.

Studi biochimici hanno dimostrato che i meccanismi di emissione di luce da parte di organismi viventi sono molto vari e quindi, con buona probabilità, tale proprietà si è sviluppata in maniera indipendente nei vari gruppi biologici.

Per vedere dal vivo la Bioluminescenza, basta organizzare una gita a Filicudi: ecco un motivo in più per visitarla!

Foto di repertorio