Alla scoperta dei Caraibi di Sicilia.

  • La spiaggia di San Lorenzo si trova nel territorio di Noto.
  • Viene considerata una delle spiagge più belle della Sicilia, non è difficile comprendere perché.
  • Ecco tutto quello che c’è da sapere.

Le spiagge siciliane sono uno spettacolo per gli occhi, che fa bene anche al cuore. Da un capo all’altro dell’isola, c’è davvero l’imbarazzo della scelta: tutti possono trovare ciò che fa al caso loro, in un mix di natura, relax e paesaggi mozzafiato. Oggi facciamo tappa in provincia di Siracusa, per conoscere meglio la straordinaria Spiaggia di San Lorenzo. Siamo in un tratto di costa molto affascinante. Qui i grandi spazi si alternano a piccole insenature e la sabbia chiara viene bagnata  da un mare turchese, con un fondale e degli accessi comodi, adatti anche a bambini. Siamo appena fuori dall’Oasi di Vendicari, nei pressi di Pachino e Marzamemi. Questo territorio è molto affascinante dal punto di vista naturalistico.

Perché la Spiaggia di San Lorenzo è chiamata Caraibi di Sicilia

Secondo alcuni, questa spiaggia ha delle caratteristiche simili a quelle caraibiche. Per questo motivo, si è guadagnata il soprannome di Caraibi di Sicilia. Siamo a 5 chilometri da Marzamemi e a 20 chilometri da Noto, lungo la costa meridionale della Sicilia. I fondali bassi incontrano sabbie chiare e granulose, bagnate da un mare turchese. Più a nord si trova il tratto roccioso della costa, proprio al confine con la Riserva di Vendicari. Qui il mare è più profondo e il paesaggio più selvaggio. Dal punto di vista della bellezza, la spiaggia di San Lorenzo presenta le stesse caratteristiche di Vendicari, pur non rientrando nella stessa riserva. Qualora voleste vedere dal vivo questa zona, vi consigliamo un’immancabile tappa a Noto, con i suoi capolavori del Barocco, ma anche a Marzamemi, delizioso borgo marinaro della Sicilia. Credits foto.

Articoli correlati