Il fisco ha rispolverato una vecchia procedura che potrebbe portarvi via l’automobile in caso di mancato pagamento del bollo per tre anni consecutivi: la radiazione d'ufficio. Come spiega il sito "studiocataldi.it", varie regioni italiane stanno adottando la sanzione per combattere l'evasione dal pagamento della tassa automobilistica.

In sostanza, in caso di mancato pagamento e disinteresse sull'avviso inviato dall'amministrazione, dopo 30 giorni intervengono le forze dell'ordine. Ciò determina il ritiro della carta circolazione, della targa e cancellazione del veicolo dal PRA, il Pubblico Registro Automobilistico. Destinatari del provvedimento oltre 420mila veicoli, circa l'1% di quelli circolanti. 

L’unica strada per contestare l'operazione, spiegano gli esperti, è il ricorso in opposizione al provvedimento di cancellazione che, come precisato dallo stesso art. 96, secondo comma, del Codice della Strada, è ammesso entro trenta giorni al ministero delle Finanze.

LEGGI ANCHE:

Bollo auto, adesso arrivano i rimborsi: ecco perché

Bollo auto, arriva una “sanatoria” in tutta Italia