Cannolo Siciliano, un dolce della seduzione.

  • Vanity Fair si dedica di nuovo alla Sicilia, stavolta per parlare di dolci.
  • In un articolo che elenca i dolci più sensuali fa capolino anche il re della pasticceria dell’isola.
  • Quando si parla di pasticceria, la presenza della Sicilia è una certezza!

La Sicilia e i suoi dolci sono un eccellente argomento di discussione. Diciamoci la verità: ogni scusa è buona per parlare di queste specialità – e anche per assaggiarle. D’altronde, ci deve essere un motivo se si chiamano “peccati di gola“, giusto? A tal proposito, Vanity Fair ha dedicato un articolo ai “dolci della seduzione”. Un elenco di dessert “da condividere per risvegliare i sensi e vivere la passione anche a tavola”. Le proprietà afrodisiache di alcuni ingredienti sono note da tempi immemori, ma c’è anche una sensualità che non passa necessariamente da quei cibi. Anche mangiare un dolce particolarmente ricco può essere una trasgressione, ma non solo: “Dividersi un dolce – si legge su Vanity Fair – ancora meglio se dallo stesso piatto, è un gesto di confidenza, fiducia, intimità che lega più di tante parole”.

Così il magazine redige un elenco di dolci ai quali è impossibile resistere, tra i quali fa capolino il cannolo siciliano, “dalla scorza dura e il cuore tenero, che nasconde dentro di sé i segreti della sua bontà, come cioccolata, pistacchio e zucca bianca candita”. Anche la storia dei cannoli (che potete leggere qui), in effetti è decisamente in linea con il tema dell’articolo. A fare compagnia a questo dessert ci sono il tiramisù, il maritozzo, il babà, la millefoglie e diversi tipi di torte. Inutile dire che il più goloso è proprio quello siciliano!

Foto di Valery Chiarenza

Articoli correlati