Quando arriva il giusto periodo dell’anno, le ricette con carciofi sono tra le proposte più apprezzate in cucina. Gli spunti in tal senso non mancano, ma noi vogliamo partire dalle basi. Un contorno con i carciofi semplice e delizioso, che si prepara in pochi minuti e si può arricchire come meglio si crede. Preparare i carciofi in padella è un gioco da ragazzi: ingredienti e procedimento.

Carciofi ricette facili: i carciofi in padella

Carciofi ricette: un argomento che ci piace davvero tanto. Che siano alla romana, affogati, trifolati, al gratin o con le patate, c’è davvero l’imbarazzo della scelta. Dato che sono dotati di un gusto molto caratteristico, non necessitano di troppe aggiunzioni per diventare deliziosi.

Sono un contorno facilissimo da preparare. Basta aggiungere pepe, aglio e una manciata di prezzemolo. Il bello delle ricette con i carciofi è che, una volta superata la fatica della pulizia, il resto sarà molto facile. Prima di procedere, però, rispondiamo a una domanda importantissima: qual è il periodo dei carciofi?

I carciofi sono originari del bacino del Mediterraneo. Grazie ai tantissimi siti produttivi che si trovano in Sicilia, Sardegna e Puglia, l’Italia è il primo produttore al mondo. Detto questo, sappiate che i carciofi possono essere di stagione in tanti periodo dell’anno.

Tutto, infatti, dipende dalla tipologia di pianta. Quelli che fioriscono in primavera, cioè gli uniferi, sono di stagione a partire da marzo. Quelli che producono da ottobre, invece, si chiamano rifiorenti. Avete capito, dunque, perché le ricette con i carciofi sono praticamente infinite?

Torniamo, dunque, al nostro argomento: carciofi e ricette. Vi spieghiamo subito qual è il metodo più semplice e veloce per cucinare i carciofi. Scommettiamo che, dopo averlo provato, avrete tantissima voglia di sperimentare? Da qui a realizzare un intero menù, è un attimo!

Carciofi in padella: la ricetta

Ingredienti

  • Carciofi di stagione, 4;
  • Aglio, 1 spicchio;
  • Vino bianco, 45 g;
  • Acqua, 45 g;
  • Menta, 1 rametto (ma solo se piace);
  • Olio extravergine d’oliva;
  • Sale fino;
  • Pepe nero;
  • Prezzemolo.

Procedimento

  1. Per prima cosa, vi spieghiamo come pulire i carciofi.
  2. Preparate una ciotola con acqua e limone.
  3. Indossate dei guanti per effettuare la pulizia: eviterete così di sporcare e fare annerire le mani.
  4. La pulizia è una fase fondamentale delle ricette con i carciofi.
  5. Tagliate via la parte più dura della base.
  6. Rimuovete le foglie esterne, quelle davvero coriacee.
  7. Arrivate al cuore, dove incontrerete foglioline con una base più chiara.
  8. Aiutandovi con un pelaverdure, pelate i carciofi e tagliate via anche le punte.
  9. Man mano che procedete con la pulizia, mettete le verdure in acqua acidulata.
  10. A questo punto, scolate ogni carciofo e dividetelo a metà. Non buttate via l’acqua.
  11. Eliminate la barbetta interna.
  12. Dividete ulteriormente ogni metà, in modo da ottenere una serie di spicchi.
  13. Mano a mano, rituffateli nell’acqua e limone.
  14. Lavate e tritate finemente il prezzemolo.
  15. Mettete a scaldare sul fuoco la padella con un filo d’olio e l’aglio.
  16. Unite il rametto di menta.
  17. Versate in padella i carciofi, ben scolati.
  18. Salate e fate scottare per pochi istanti, ricordando di mescolare.
  19. Coprite con un coperchio e fate cuocere per circa 5 minuti.
  20. Sfumate con il vino bianco e fate evaporare per qualche istante la parte alcolica.
  21. Regolate di pepe, secondo il vostro gusto.
  22. In ultimo, insaporite anche con il prezzemolo e mescolate.
  23. Versate l’acqua e fate cuocere per altri 10 minuti, ma senza coperchio.
  24. I carciofi sono pronti e vanno serviti subito. Passiamo, adesso, a qualche consiglio.

Carciofi ricette: i consigli

Potete arricchire i vostri carciofi in padella con capperi dissalati, pangrattato, aromi o anche zenzero. È meglio mangiarli subito, ma si conservano benissimo anche per un paio di giorni. Si accompagnano molto bene a piatti di carne, ma anche a base di pesce.

In alternativa al vino bianco, potete sfumare con la metà di succo di limone (conserverà anche il colore acceso). Se, per la pulizia, non avete dei guanti, potete bagnarvi le mani con abbondante succo di limone. È sempre consigliabile usare i guanti, ma questo è comunque un sistema molto utile. Foto: kizzzbethLicenza.

logo-img
La redazione di siciliafan.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su siciliafan.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
    Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia

    Articoli correlati