Il Palazzo Reale di Palermo svela il suo cuore normanno grazie alla mostra “Castrum Superius. Il Palazzo dei Re Normanni“. L’esposizione è un viaggio nelle epoche passate e ricostruisce la fisionomia medievale del Palazzo e della Cappella Palatina, dalle prime fasi della realizzazione fino al tramonto del Regno Normanno.

Il Palatium novum, che si contrapponeva al Palatium vetus (Cioè il Castello a Mare), si arricchiva, dopo l’incoronazione di Ruggero II datata 1130, con la costruzione della Cappella Palatina.

Tale luogo esempio del cosmopolitismo normanno, carico di regalità, alterità, unicità, irripetibilità, poliglossia artistica, diversità, mescolanza, ma anche narrazione, varietas, invisibilità, è divenuto emblema del sincretismo, ibridismo ed eclettismo. Attraverso documenti e reperti dell’epoca viene raccontata la storia del Palazzo e delle sue funzioni militari, residenziali e industriali.

Castrum Superius la mostra

In mostra prestiti da importanti Istituzioni (musei, enti ecclesiastici, musei diocesani, biblioteche, archivi e soprintendenze) articolati in un percorso espositivo per sezioni. Sulla base dei più recenti studi condotti da esperti del settore e con l’ausilio di moderni sistemi espositivi, anche multimediali, emergono aspetti peculiari del Palazzo; quelli che si sono concretizzati negli oltre cento anni di governo normanno.

Scoprire, conoscere e approfondire la storia di Palazzo Reale significa poter interpretare realmente i cambiamenti che hanno coinvolto una delle città più importanti del Mediterraneo: Palermo. La mostra ricorre anche alla tecnologia per garantire ai visitatori una scoperta museale intensificata e interattiva.

“Castrum Superius. Il Palazzo dei Re Normanni” approfondisce, attraverso documenti e reperti dell’epoca provenienti da importanti Istituzioni regionali e nazionali, la storia del Palazzo Reale, delle sue funzioni militari, residenziali e delle sue fabbriche. Il percorso è articolato in più sezioni.

La prima racconta la storia dei Normanni la loro presenza in Italia meridionale e in Sicilia. Ecco le varie sezioni: “Sicilia Araba”, “Sicilia Normanna” (la Contea, il Regno – Ruggero II – Guglielmo I – Guglielmo II), “Castrum Superius” (la costruzione, la fortezza – il Palazzo – la Cappella Palatina), “Gli Opifici”, “La Zecca”, “Il Parco Reale”, “L’Agricoltura” e “La Cucina”.

Fra le maggiori curiosità, si apprende che l’immagine della Palermo araba delineata da Amari è molto letteraria e che la città era un centro di smistamento di schiavi cristiani durante la dominazione araba.

La mostra è visitabile, da lunedì a sabato, dalle 8,15 alle 17,40; la domenica e i festivi dalle 8,15 alle 13. Il biglietto intero ha un costo di 6 euro (ridotto visite scolastiche 1 euro, giovani dai 14 ai 17 anni 3 euro). Per informazioni, potete visitare il sito ufficiale dell’esposizione “Castrum Superius. Il Palazzo dei Re Normanni”.