Il macco di fave è un piatto della tradizione siciliana. Si tratta di una ricetta che ha tanto in comune con altre preparazioni del Sud Italia. In Sicilia u’ maccu è la tipica pietanza della festa di San Giuseppe, in tante località.

Un tempo, questo piatto era ritenuto di buon auspicio e veniva offerto dai proprietari terrieri ai contadini, al termine del raccolto.

Si tratta di una minestra dalla consistenza cremosa, ottenuta dalla cottura prolungata delle fave. Si aggiunge anche il finocchietto e c’è chi la propone insieme alla pasta. Vediamo insieme come prepararla.

Come fare il macco siciliano

Ingredienti

  • 350 g di fave secche decorticate
  • 1/2 cipolla
  • 1 carota
  • 1 spicchio di aglio
  • finocchietto selvatico
  • olio extravergine d’oliva
  • sale
  • pepe

Procedimento

  1. Sciacquate bene le fave, quindi mettetele in ammollo per almeno due ore.
  2. Mondate la carota e la cipolla, quindi tritateli finemente.
  3. Soffriggete la cipolla e la cipolla in tegame, con l’olio, e aggiungete l’aglio in camicia, schiacciato.
  4. Aggiungete le fave scolate e fate insaporire.
  5. Togliete l’aglio e coprite con acqua calda.
  6. Salate, chiudete con il coperchio e fate cuocere a fuoco lento per almeno un’ora.
  7. Mescolate spesso e, se necessario, aggiungete altra acqua tiepida.
  8. Servite ben caldo, completando con pepe, finocchietto tritato e olio a crudo.

Buon appetito!