La ricetta della pasta con i broccoli arriminati in tv.

  • Un piatto della tradizione siciliana a base di cavolfiore (che in alcune parti della Sicilia viene chiamato broccolo).
  • Lo chef Fabio Potenzano ha presentato ad Antonella Clerici ingredienti e procedimento.
  • La trasmissione È sempre Mezzogiorno ha reso omaggio alla nostra isola.

Quando arriva la stagione più fredda, non c’è niente di meglio di un buon piatto di pasta o di minestra. La cucina siciliana offre moltissime ricette, tutte deliziose, che esaltano gli ingredienti di stagione e combinano sapori e profumi. Nel corso della trasmissione di Rai1 “È sempre Mezzogiorno“, lo chef Fabio Potenza ha cucinato una preparazione che i siciliani conoscono benissimi: la pasta con i broccoli arriminati (pasta chi vruocculi arriminati). Prima di procedere con la ricetta, è stata fatta un’importante precisazione. Quello che, nella ricetta, viene chiamato “broccolo“, in realtà è il cavolfiore. Oltre a essere un piatto buono, fa anche bene in questa stagione, perché il cavolfiore è ricco di proprietà benefiche per l’organismo. Il procedimento è abbastanza facile. Si cuoce il broccolo in acqua salata e, nella stessa acqua, si cuocerà poi la pasta. Volendo, si può anche preparare una versione a minestra, un vero e proprio comfort food.

Per il condimento, si trita abbondante cipolla, che si cucina con le acciughe, l’uva passa, i pinoli e lo zafferano. Si aggiunge il broccolo già cotto in acqua salata, in modo che si sfaldi bene. A dare una marcia in più a questo piatto ci pensano due elementi. Il primo è la muddica atturrata, il “formaggio dei poveri”: si tratta del pane abbrustolito, al quale lo chef ha aggiunto anche le mandorle. Il secondo è un croccante di pomodori secchi, fatto con caciocavallo semi-stagionato e timo. Il risultato finale è davvero delizioso. Qualora dovesse avanzare un po’ di pasta, la si può anche cuocere in forno, creando una pasta al forno molto gustosa.

La ricetta

Ingredienti

  • 360 g di bucatini
  • 1 cavolfiore verde
  • 1 cipolla bianca
  • 4 filetti di acciughe
  • 4 cucchiai di olio evo
  • 1 bustina di zafferano
  • 15 g di uva passa nera
  • 15 g di pinoli

Per la muddica atturrata

  • 70 g di pane grattugiato
  • 70 g di granella di mandorle
  • 1 cucchiaio di olio evo
  • Zucchero
  • Sale

Per il croccante ai pomodori secchi

  • 100 g di caciocavallo semi-stagionato grattugiato
  • 10 pomodori secchi
  • Timo

Procedimento

  1. Tagliare il cavolfiore a pezzi e lessarlo in acqua salata, tritare finemente la cipolla e lasciarla appassire in olio d’oliva e poca acqua.
  2. Aggiungere i filetti di acciuga e lasciar insaporire bene.
  3. Aggiungere l’uva passa nera e i pinoli, il cavolfiore cotto, l’acqua di cottura e lo zafferano.
  4. Correggere di sale e pepe e lasciar cuocere per 10 minuti circa.
  5. Nel frattempo preparare la muddica atturrata amalgamando in una padella antiaderente il pane grattugiato, la granella di mandorle, il sale, lo zucchero e l’olio e lasciar tostare bene il tutto.
  6. Cuocere poi la pasta nell’acqua di cottura del cavolfiore, scolarla e amalgamarla alla salsa.
  7. Per il croccante ai pomodori secchi: tritare i pomodori secchi, unirli al formaggio grattugiato e aromatizzare il composto con foglioline di timo.
  8. Formare sulla carta forno dei piccoli dischi di composto e cuocerli al microonde alla massima potenza per 30 secondi.
  9. Servire la pasta con la muddica atturrata e il croccante ai pomodori secchi.

Come fare i Bucatini con i Broccoli Arriminati – VIDEO

 

Articoli correlati