La ricetta siciliana del macco di fave fritto.

  • ‘U maccu siciliano diventa un delizioso antipasto, in pochi e semplici passaggi.
  • Il macco della tradizione ottiene uno sprint in più e diventa finger food.
  • Preparare in casa questo antipasto siciliano è facile: ecco ingredienti e procedimento.

Si può migliorare un piatto già perfetto? La domanda è davvero interessante e, per conoscere la risposta, non dovete fare altro che andare avanti con la lettura. Oggi parliamo di una ricetta siciliana che non ha bisogno di presentazioni: ‘u maccu. La crema di fave della tradizione è un primo piatto eccellente, ma non tutti sanno che esiste un modo per trasformarlo in un gustoso antipasto. Il macco di fave fritto è un “piatto di riciclo“, perfetto per utilizzare il macco avanzato il giorno prima. Nasce dall’ingegno dei siciliani in cucina che, con ciò che hanno a disposizione, sanno sempre creare vere e proprie meraviglie. ‘U maccu è una zuppa molto cremosa di fave, tipica della Festa di San Giuseppe. Quando si prepara, può avanzarne un po’ e, per darle un tocco in più, si trasforma in bocconcini dorati. Vediamo subito come fare: la ricetta vi conquisterà!

Come fare il macco di fave fritto

Ingredienti

  • 500 g di fave secche decorticate
  • 120 g di pasta
  • 1 cipolla dorata
  • 1 carota piccola
  • 1/2 costa di sedano
  • finocchietto selvatico
  • rosmarino
  • olio extravergine d’oliva
  • 1 spicchio d’aglio
  • sale e pepe
  • farina
  • olio di semi d’arachidi

Procedimento

  1. Per fare il macco di fave fritto, dovete anzitutto sciacquare le fave e mettetele a bagno per almeno due ore.
  2. Tritate finemente la carota, il sedano e la cipolla.
  3. Soffriggete le verdure e l’aglio in camicia per qualche minuto a fuoco basso, in poco olio extravergine, quindi togliete l’aglio e unite le fave ben scolate.
  4. Rosolate e coprite con acqua. Se il liquido dovesse iniziare a schiumare, togliete le impurità che saliranno a galla.
  5. Coprite e fate cuocere a fuoco basso, mescolando spesso.
  6. Le fave inizieranno a disfarsi e potrebbe essere necessario aggiungere altra acqua calda.
  7. Una volta ottenuta una purea densa con alcuni pezzi di fave, condite con sale, rosmarino e finocchietto selvatico, entrambi tritati finemente.
  8. Versate la pasta e, se necessario, aggiungete acqua calda.
  9. Portate a cottura al dente.
  10. Una volta cotto, stendete il vostro macco su una spianatoia, con uno spessore di circa 3 centimetri.
  11. Fate freddare completamente, quindi tagliate a rettangoli.
  12. Passate i rettangoli nella farina e fate friggere in abbondante olio di semi.
  13. Servite ben caldo.

Buon appetito!

Articoli correlati