Voglia di viaggiare saltami addosso. Anzi, non ci sarà più bisogno di acclamarla: ad agosto il valore dell'indice di propensione rilevato come ogni mese dall'osservatorio di Confturismo-Istituto Piepoli arriva a 69 punti, in forte aumento rispetto al mese di luglio (+5%). Rispetto a un anno fa, addirittura, l'indice registra un incremento del 6%, massima crescita percentuale a ottobre 2015.

In particolare, 8 italiani su 10 preferiscono l'Italia come meta per i prossimi 3 mesi, con Toscana, Sicilia ed Emilia Romagna in cima alle preferenze. L'incertezza legata al terrorismo in alcune zone ha influenzato la scelta di viaggio di oltre 4 italiani su 10. Oltre la metà di questi cambiamenti ha fatto sì che gli italiani scegliessero l'Italia.

"Il raggiungimento del massimo storico dell'indice di propensione del turismo conferma la forte contribuzione del settore all'economia italiana, specialmente in termini di occupazione", ha detto orgoglioso il presidente di Confturismo Luca Patané.