Emergono nuovi, sconvolgenti, dettagli sulla morte di Nicoletta Indelicato, la 25enne uccisa a Marsala. La ragazza sarebbe stata colpita con calci e pugni e poi accoltellata, prima di essere data alle fiamme. Era uscita sabato sera con la sua amica Margareta Buffa, ma non ha mai fatto ritorno a casa.

I genitori hanno subito presentato denuncia e sono partite le ricerche. Immediate le indagini. Nicoletta, nata in Romania, era stata adottata. Anche la sua amica Margareta è stata adottata.

Le indagini dei carabinieri sono partite subito dopo la scomparsa. Margareta Buffa è stata subito interrogata, ma le sue risposte sono sembrate confuse e contraddittorie – si legge su BlogSicilia. Sarebbe stata poi lei stessa a raccontare l’omicidio e dare indicazioni per trovare il corpo.

Insieme a lei c’era Carmelo Bonetto. Pare che i due avessero pianificato tutto, hanno ucciso Nicoletta con sei pugnalate, dopo una serata trascorsa in un locale. La ragazza non doveva uscire quella sera, poi ha ricevuto l’invito da parte dall’amica, a mezzanotte. È andata insieme a Margareta senza sospettare nulla, ma nascosto nel portabagagli dell’auto c’era Carmelo Bonetto: è stato lui ad accoltellare la giovane, poi i due hanno bruciato il corpo.

Adesso bisogna capire le ragioni del delitto. Gli investigatori hanno parlato di un forte risentimento tra le due donne. I due presunti assassini erano legati da un rapporto sentimentale iniziato di recente.