Se siete in procinto di comprare un televisore, fate bene attenzione a tutte le sue caratteristiche. Come segnalato da Today.it, da luglio 2016 i produttori di tv sono obbligati a fabbricare solo apparecchi con digitale terrestre di seconda generazione, mentre da gennaio 2017 i negozianti dovranno vendere solo prodotti con DVB-T2. Diventa fondamentale, quindi, verificare che nel televisore che intendete comprare ci sia il sintonizzatore DVB-T2, se non volete rischiare di dover comprare a breve un nuovo decider. 

Già – si legge su Today.it – perché naturalmente, in casi come questo, l’indicazione data dai produttori ai venditori sembra essere quella di vendere ad ogni costo: magari applicando una forte scontistica sui vecchi televisori, regalando anche il decoder DVB-T, ma senza informare troppo chiaramente il consumatore sul fatto che se oggi compra una TV senza DVB-T2 avrà bisogno di un nuovo decoder quando si passerà al digitale di seconda generazione.

Pare che l'Unione Nazionale Consumatori sia sul piede di guerra: se è vero che il passaggio da DVB-T (tecnologia attualmente in uso) a DVB-T2 sarà graduale, è anche vero che è meglio non farsi trovare impreparati.