Se ne parla da settimane e, finalmente, arrivano tutte le conferme sul grande evento Dolce e Gabbana a Siracusa. La maison ha scelto Siracusa e il suo territorio per celebrare il decennale della sua Alta Moda. Programma, numeri e location.

Alta Moda Dolce e Gabbana a Siracusa

Cinque serate di grandi appuntamenti, che accenderanno ancora di più i riflettori su una delle più belle aree del territorio siciliano. Si attendono oltre 700 ospiti da tutto il mondo e più di 80 testate. Il tutto per un significativo investimento: sebbene non ci siano cifre ufficiali, sarà il più importante da quando Domenico Dolce e Stefano Gabbana hanno deciso di portare la loro Alta Moda in giro per l’Italia.

I numeri parlano chiaro: 40 aziende coinvolte, 900 lavoratori e un altissimo numero di prenotazioni (circa 1600 pernottamenti) tra Siracusa a Marzamemi per l’evento Dolce e Gabbana in programma dal 7 all’11 luglio.

«In 10 anni di alta moda in Italia – ha detto in conferenza stampa Alfonso Dolce, Ad di D&G – è la quarta volta che un evento viene organizzato in Sicilia. Dopo Taormina, Palermo ed Agrigento, si sono scelti Siracusa e il borgo di Marzamemi».

700 ospiti, e un investimento importante

Nessuna indiscrezione sui nomi dei vip che parteciperanno: «Verranno 700 ospiti – ha detto Fedele Usai, responsabile della comunicazione e marketing di D&G – ma sulle celebrities non possiamo dire nulla. L’investimento per questo evento è certamente importante, basti pensare che quando fu organizzato quello a Venezia il numero di notti prenotate fu inferiore rispetto a Siracusa».

«Sono 20 le strutture alberghiere coinvolte, poi c’è anche il servizio catering con 150 aziende interessate all’evento. Si tratta di uno sforzo importante. Dolce e Gabbana hanno riportato l’alta moda in Italia dove negli anni Cinquanta era nata. Le case di moda hanno poi scelto Parigi ma i due stilisti, in controtendenza, hanno deciso di riportare al centro l’Italia. Un progetto nato 10 anni fa, e siamo qui per festeggiare il decennale, con l’obiettivo di promuovere la bellezza italiana».

Domenico Dolce e Stefano Gabbana sono già arrivati a Siracusa, a bordo del loro yacht Regina d’Italia e sono al lavoro per gli eventi.

Il programma

Giorno 7 luglio è previsto un evento privato di benvenuto. Venerdì 8 luglio appuntamento nella Grotta dei Cordari, all’interno del Parco archeologico di Siracusa: ci sarà una mostra collezione di gioielli, con una sfilata. A seguire un concerto riservato agli ospiti al Teatro Greco con un soprano per la regia di Davide Livermore che ha firmato l’Agamennone, tragedia che è stata inscenata in questa edizione delle rappresentazioni classiche.

Sabato 9 luglio la sfilata di abiti femminili in piazza Duomo, a Siracusa, dove è stata allestita la passarella, domenica 10 la sfilata uomo a Marzamemi e poi la chiusura, lunedì 11 luglio, con una cena privata al Castello Maniace di Siracusa.

Il sindaco Italia: «Presenti importanti celebrities»

«Siamo felicissimi – ha detto il sindaco di Siracusa, Francesco Italia – di ospitare qui il decennale dell’Alta Moda di Dolce e Gabbana, un evento che è il frutto di un lungo lavoro».

«Non sarà solo una serie di appuntamenti mondani ma un grande evento culturale, perché saranno presentate creazioni esclusive e tutte ispirate al nostro territorio. Per noi, dunque, non solo un evento straordinario sotto il profilo del marketing e della comunicazione ma il racconto della nostra storia e della nostra identità nel segno della bellezza», ha aggiunto il primo cittadino.

«Va sottolineata – ha concluso il sindaco – la presenza di importanti celebrites: hanno accettato l’invito certamente per il rapporto che le lega a Dolce e Gabbana ma anche perché sono state ben felici di venire in Sicilia e a Siracusa».

Foto da video – YouTube.

logo-img
La redazione di siciliafan.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su siciliafan.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
    Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia

    Articoli correlati