Dolce e Gabbana e la Sicilia: storia di un amore. Il duo di stilisti non ha mai nascosto il suo legame con la nostra terra, sempre evidente nelle loro creazioni. La Trinacria è musa ispiratrice, così come le atmosfere del Sud Italia. Domenico Dolce e Stefano Gabbana sono tornati a raccontare quel loro amore in un’intervista al Corriere del Mezzogiorno: “Il Sud è una miniera di ispirazioni”, dicono.

Dolce e Gabbana innamorati del Sud

Domenico Dolce e Stefano Gabbana sono sinonimo di eccellenza italiana in tutto il mondo. La maison di moda che hanno fondato si è fatta ambasciatrice della bellezza e dell’artigianalità di alto livello, puntando su eventi ed eccellenze del Made in Italy. Tra quelle eccellenze fa spesso capolino la Sicilia, con le sue atmosfere, i suoi pattern e i suoi decori.

Il Sud Italia è una grande fonte di ispirazione per Stefano Gabbana e Domenico Dolce (quest’ultimo originario proprio di Polizzi Generosa, in provincia di Palermo). Gli stilisti sono tornati a parlare del rapporto che li lega non soltanto alla nostra Isola ma a tutto il Meridione, in un’intervista rilasciata al Corriere del Mezzogiorno.

Stefano Gabbana: “Sud Italia miniera di ispirazioni”

Il racconto di Dolce e Gabbana inizia parlando dei luoghi che hanno reso celebri con i loro eventi: «Nell’ambito dei nostri eventi di alta moda – racconta Gabbana -, ad esempio, siamo sempre felici di poter contribuire in modo tangibile alla rivalutazione delle bellezze locali. Pensiamo (…) a Palma di Montechiaro, al Tempio della Concordia di Agrigento, a Palazzo Gangi a Palermo. È emozionante poter restituire un nuovo senso a questi luoghi speciali. Che ci hanno dato tanto».

Da sempre le campagne pubblicitarie legate a grandi nomi, come Giuseppe Tornatore e Ferdinando Scianna, hanno mostrato anche le contraddizioni del Sud: «Il Sud Italia è una miniera di ispirazioni. La cosa bella è che puoi leggerlo in mille modi: sono sfaccettature della stessa pietra preziosa, con i suoi riflessi diversi e meravigliosi», spiega Stefano Gabbana.

Dolce e Gabbana “innamorati della cultura siciliana”

La Sicilia è una costante nelle collezioni firmate dai due. Tra la nostra Isola e gli stilisti c’è un legame speciale, che si evince anche attraverso luminarie e installazioni. A proposito di radici, Domenico Dolce spiega: «Siamo innamorati di tanti elementi della cultura siciliana: uno degli esempi più significativi è sicuramente il carretto. Nel 2017 a Palermo abbiamo riletto questa figura trasformandola in un abito di alta moda. Abbiamo utilizzato anche la stampa maiolica in tante nostre creazioni e nei pezzi d’arredo della collezione Casa. Tutto può essere ispirazione. Il Sud Italia, con le sue bellezze e i suoi tesori nascosti, è una fonte inesauribile di idee».

Nella visione dei due stilisti, il meridione è un luogo di eccellenze. «Siamo convinti – dice Gabbana – che oggi il Sud sappia riconoscere l’eccellenza e metterla a frutto. Pensiamo, per esempio, ad ambiti diversi dalla moda come l’enogastronomia. Ci sono realtà di assoluta eccellenza in questo campo e talenti che, rimanendo o addirittura trasferendosi al Sud, ne hanno coltivato lo spirito: noi stessi siamo orgogliosi di collaborare con alcune di queste, come Fiasconaro e Donnafugata (due marchi siciliani, ndr)».

Passato e presente, colore e bianco e nero, luci e ombre. Le collezioni di Dolce e Gabbana sono un omaggio al Made in Italy, alla tradizione del Sud e, naturalmente alla Sicilia. Un trionfo di artigianalità ed eccellenze che è bello vedere e che diventano ambasciatrici del bello. Foto: Renan KatayamaLicenza.

logo-img
La redazione di siciliafan.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su siciliafan.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
    Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia

    Articoli correlati