Donatella Finocchiaro, chi è l’attrice siciliana. Biografia, carriera, tutte le curiosità. Dove è nata, quanti anni ha, come è diventata famosa, i film e le fiction in cui ha recitato, teatro e televisione. La vita privata, cosa fa oggi.

Donatella Finocchiaro

Nasce a Catania, il 15 novembre del 1970, quindi nel 2022 compie 52 anni. Donatella Finocchiaro si diploma al liceo classico, quindi decide di proseguire gli studi presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Catania. Inizia a frequentare corsi di canto, di danza e di recitazione, scoprendo così di avere una passione per il teatro.

Proprio questa passione per il teatro la porta a Roma, dove continua a frequentare altri corsi, fino al debutto al Teatro dell’Orologio, nel 1996. Prosegue con questo impegno per 6 mesi, quindi torna nella sua Catania, per finire gli esami e laurearsi in Giurisprudenza, nel mese di ottobre dello stesso anno.

“A vent’anni, mentre tutti lasciano la Sicilia, io resto. Mi laureo in Legge e coltivo la passione per il teatro. La seconda però mi porta a Roma, ci sto bene ma mi sento sempre ospite. Quando divento mamma, mollo tutto e torno a vivere a Catania“, racconta in un’intervista del 2019 a Elle.

Dopo la laurea, Donatella Finocchiaro si divide tra la pratica di avvocato e le lezioni di dizione. Comincia a lavorare sempre più in teatro, allontanandosi in contemporanea dalla pratica forense. È il 2001 quando si presenta a un casting per un film di Roberta Torre: viene scelta e diventa così la protagonista di “Angela“.

Esordio cinematografico

“Angela”, uscito nel 2002, è dunque il film d’esordio di Donatella, interprete principale insieme ad Andrea Di Stefano. La pellicola viene proiettata al Festival di Cannes e in numerosi festival internazionali, e le vale il Globo d’Oro come Migliore Attrice Rivelazione, nel 2003.

La carriera dell’attrice catanese prosegue con tanti ruoli cinematografici. Viene diretta da registi come Roberto Andò, Giuseppe Tornatore, Marco Bellocchio, Mimmo Calopresti, Edoardo Winspeare ed Emanuele Crialese e Pupi Avati.

Ha all’attivo tantissimi ruoli in numerosi film, da “Le sorelle Macaluso” di Emma Dante a “Baarìa” di Giuseppe Tornatore, passando attraverso “Terraferma” di Emanuele Crialese. È anche nel cast di “To Rome with Love” di Woody Allen.

Tra i più recenti lavori per la tv, ci sono “Sorelle per sempre“, del 2021, e “Monterossi”, del 2022. Nel 2022 è in sala con “La Stranezza“, nuovo film di Roberto Andò con Ficarra e Picone e Toni Servillo, ma è anche impegnata nelle riprese de “I Leoni di Sicilia“, la serie di prossima uscita su Disney+, ispirata alla saga dei Florio.

Alla carriera nel cinema, Finocchiaro affianca quella in teatro. Negli anni, viene diretta da grandi nomi, come Luca Ronconi, Gigi Dall’Aglio, Ninni Bruschetta, Giampiero Cicciò, Andrea De Rosa. Sempre in quest’ambito, nel 2011 interpreta per la Rai il ruolo di Maria in “Questi fantasmi!” di Eduardo De Filippo.

Esordisce anche nella regia, sempre nel 2011, firmando il documentario “Andata e Ritorno“. Questo lavoro è presentato alla 68esima Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, nella sezione Controcampo Italiano.

Per quanto riguarda l’esordio in televisione, invece, l’anno è il 2013 e la trasmissione è su Rai1. Si tratta di “Riusciranno i nostri eroi”, al fianco di Max Giusti, Laura Chiatti e Cristiano Malgioglio. Nel 2015 è in scena con Le supplici di Eschilo al teatro greco di Siracusa con la regia di Moni Ovadia e Mario Incudine.

Vita privata di Antonella Finocchiaro

Donatella Finocchiaro ha alle spalle un matrimonio con l’attore di teatro Bruno Torrisi. Dopo il divorzio, racconta la stessa attrice a Vanity Fair, “sono rimasta single quattro anni e non sono mai stata meglio”. In seguito ha una lunga storia con il regista Edoardo Morabito: dalla loro unione nasce, nel 2014, la figlia Nina.

Sempre dalle pagine di Vanity Fair, nell’aprile del 2019, Finocchiaro conferma la fine del legame con il padre della bimba. In merito al termine della relazione, spiega: “Con una figlia, è stato difficile: il rapporto scricchiolava anche prima, ma ho aspettato che Nina fosse un po’ più grande. Comunque meglio una mamma single e allegra che una costretta a sopportare il marito, come ha fatto mia madre”.

Foto via IG @donatellafinocchiaro.

logo-img
La redazione di siciliafan.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su siciliafan.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
    Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia

    Articoli correlati