Fabrizio Corona è stato rinviato a giudizio dal gup di Milano Laura Marchiondelli, con le accuse di intestazione fittizia di beni, sottrazione fraudolenta al pagamento delle imposte e violazione delle norme patrimoniali sulle misure di prevenzione in relazione ai 2,6 milioni di euro rinvenuti in parte in un controsoffitto e in parte in due cassette di sicurezza in Austria.. Il processo per il re dei paparazzi e la sue ex collaboratrice Francesca Persi comincerà il prossimo 25 gennaio.

L'ex fotografo dei vip avrebbe implorato i giudici di farlo uscire dal carcere: «Tra ieri e l’altro ieri ho versato circa 400mila euro di tasse su quei contanti, ora datemi la possibilità di uscire e di tornare a casa», avrebbe detto Corona – stando a quanto riferito da uno dei suoi difensori, l’avvocato Ivano Chiesa. Corona in questo momento, spiega l'avvocato Chiesa, è «preoccupato, ma pronto a dare battaglia». E ha aggiunto: «Noi oggi abbiamo prodotto documentazione al gup per dimostrare che Fabrizio ha iniziato a pagare le imposte su quelle somme».