In Sicilia il via alla 27esima edizione dell’evento internazionale.

  • Partirà dal Tempio di Era, a Selinunte, la Festa della Musica 2021.
  • Il grande evento si svolge ogni anno in più di 120 nazioni in tutto il mondo.
  • Sarà una importante ripartenza dopo il lungo stop imposto dall’emergenza sanitaria.

Il suono di un grande Gong, immerso nella magia del Parco Archeologico di Selinunte, darà il via alla Festa della Musica 2021. La grande manifestazione internazionale è giunta alla 27esima edizione e ha scelto di ripartire dalla spettacolare area in provincia di Trapani. Appuntamento domenica 20 giugno, al tramonto, all’ombra del Tempio di Era. Il suono del Gong rientra nel progetto “This Moment in Time” proposto dalla newyorkese Make Musica. La performance del percussionista sarà ripresa in diretta streaming. Verrà poi montata in un unico video, con quelle registrate in 25 Paesi di tutto il mondo, tra cui Australia, Regno Unito, Stati Uniti, Brasile e Svizzera. Tradizionalmente il Gong rappresenta un annuncio di qualcosa che avverrà. È un momento nel tempo a metà strada tra passato e futuro, rappresentativo del periodo che stiamo attraversando.

Festa della Musica 2021 a Selinunte

La Festa della Musica 2021 in Italia vedrà sui palcoscenici di tutta Italia musicisti, cantautori videomaker ed artisti, che racconteranno e interpreteranno il 2020. Un anno che ha visto momenti complessi e difficili. Sarà un modo per non dimenticare una pagina dolorosa della nostra storia, valorizzando la memoria che il Covid cerca di strapparci. Un’occasione per guardare al futuro con rinnovata speranza. «Siamo lieti – spiega l’assessore regionale dei Beni culturali e dell’Identità siciliana, Alberto Samonà – di ospitare in Sicilia un’iniziativa dall’alto valore simbolico, che celebra la forza della musica e dell’arte e la loro capacità di rappresentare le emozioni dell’animo umano. Il Parco archeologico di Selinunte, con il suo inviolato paesaggio e il potere evocativo dei suoi monumenti che testimoniano una storia che resiste al tempo, è il luogo ideale per rappresentare un progetto che quest’anno attinge proprio alla forza della memoria e alle emozioni dell’essere umano».

Articoli correlati