Il vino siciliano nella classifica internazionale.

  • Migliori 20 vini sotto i 20 euro, c’è anche la Sicilia.
  • La puntuale classifica del New York Times fa tappa anche nella nostra isola.
  • L’etichetta Made in Sicily tra tanti nomi di tutto il mondo.

I prodotti siciliani emergono sempre di più nel panorama internazionale, grazie alla loro qualità. Quando si parla di vino, in particolare, la nostra isola ha saputo ritagliarsi uno spazio sempre maggiore, reggendo il confronto con realtà internazionali. A conferma di quanto abbiamo appena detto, ci sono le scelte di Eric Asimov, esperto del prestigioso New York Times. Nella sua classifica dei Migliori 20 vini sotto i 20 euro, infatti, c’è spazio anche per una etichetta siciliana. Questi vini, spiega Asimov “Non solo offrono un grande valore, ma trasmettono anche il sapore dei luoghi che li hanno prodotti”. Provengono da 11 Paesi e da diverse regioni vinicole, ognuna delle quali impartisce una propria – e diversa – impronta alla produzione. Si utilizzano diverse uve e diverse tecniche che, naturalmente, incontrano differenti condizioni climatiche e suolo. Scopriamo, dunque, qual è il vino siciliano inserito nella Top 20.

Migliori 20 vini sotto i 20 euro: il NYT sceglie la Sicilia

Tra il meglio che si trova al di sotto dei 20 euro, c’è il Feudo Montoni Sicilia Catarratto del Masso 2018. Nell’articolo dei New York Times si legge che il Catarratto è forse il vitigno a bacca bianca più coltivato in Sicilia, ma che non ha una grande reputazione. “Era ampiamente usato nel Marsala, un vino liquoroso dolce, insieme a molti bianchi economici. Ma cosa succederebbe se fosse coltivato coscienziosamente e prodotto con cura? Avrebbe un potenziale inimmaginabile? Non definirei questo vino una rivelazione. Ma Feudo Montoni coltiva biologicamente nella Sicilia centrale e produce una manciata di ottimi vini, e direi che questa è una bella resa: secca, vivace e profondamente erbacea. Sarebbe un ottimo abbinamento per pesci delicati e crostacei”.

Articoli correlati