Filippo La Mantia, oste, cuoco e artigiano siciliano, apre un suo nuovo spazio dentro il Mercato Centrale di Milano. Lo chef palermitano aveva già avviato un’avventura nella città meneghina, ma ha dovuto chiudere il suo ristorante in piazza Risorgimento a causa della pandemia. Adesso è pronto per riportare la cucina isolana nel capoluogo lombardo.

La nuova avventura di Filippo La Mantia a Milano

La Mantia riparte dal primo piano del Mercato Centrale di Milano, che si arricchisce della presenza di uno dei protagonisti del panorama gastronomico italiano, sempre attento alle sue origini siciliane.

Tra il capoluogo lombardo e La Mantia c’è un rapporto molto stretto. Lo scorso anno è stato premiato con l’Ambrogino d’Oro, prestigioso riconoscimento del Comune di Milano, per aver cucinato per il personale del Niguarda durante il difficile periodo della pandemia.

«Mercato per me è luogo di scambio e di aggregazione, il luogo da cui sono partito e quello a cui faccio ritorno» racconta Filippo La Mantia. Che aggiunge: «Questa apertura rappresenta una grande scommessa, una sfida che ho deciso di cogliere. Il Mercato incarna alla perfezione le mie radici e racconta la mia filosofia, che ruota attorno allo scambio, al legame con la mia terra d’origine ma allo stesso tempo all’assenza di confini, soprattutto quando si tratta di creare».

«Ogni giorno, qui, è il mio primo giorno, mi ritrovo davanti nuove sfide, nuove opportunità e nuove scoperte da abbracciare con ritrovato entusiasmo», commenta.

Il ristorante Filippo La Mantia – Oste&Cuoco, progettato dallo studio Lissoni & Partners, ha aperto il 31 marzo. 140 metri quadrati con circa 80 coperti in cui la tradizione regna sovrana, con un utilizzo di materie prime provenienti principalmente dalla Sicilia. Il menu cambia seguendo la stagionalità.

Tra gli ingredienti preferiti dal cuoco siciliano ci sono, però, quelli estivi, che ricordano il sole della sua terra: pomodoro, melanzane, basilico e gli agrumi. Il menu si apre con dei grandi classici come la caponata di melanzane, l’arancina di riso, il macco di fave e le sarde a beccafico.

Proprio la caponata è protagonista di un’iniziativa a scopo benefico: per ogni piatto venduto La Mantia devolverà un euro per sostenere l’impegno umanitario della Croce Rossa di Milano.

logo-img
La redazione di siciliafan.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su siciliafan.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
    Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia

    Articoli correlati