Un progetto di rilancio per il turismo.

  • Si chiama Foresteria Archeologica e prevede tanti eventi estivi, tra musica e cultura.
  • Un modo per riqualificare l’area archeologica di Marineo (PA) e renderla polo di attrazione.
  • A lanciarlo, l’associazione Senza Fissa Dimora: ecco tutti i dettagli.

L’estate di Marineo passa dal rilancio del territorio e dalle sue attrattive. È l’estate di Foresteria Archeologica, il progetto dell’associazione Senza Fissa Dimora, lanciato con il contributo di Ancos (l’associazione nazionale delle comunità sociali e sportive di Confartigianato), il supporto dell’assessorato regionale dei Beni culturali e dell’Identità siciliana e il Comune. Concerti ed eventi per grandi e piccini consentiranno di scoprire o riscoprire il territorio. Vediamo meglio di cosa si tratta.

Foresteria Archeologica, l’estate di Marineo

Le attività sono in programma per tutta la stagione estiva. L’associazione è nata ad aprile scorso ed è formata da Anna Maria Grasso, 32 anni nel ruolo di presidente, Serena Ribisi e Fabio Lima, entrambi di 34 anni. Tre under 35 con un unico comune denominatore: l’amore e la passione per i beni culturali. Un cammino culturale iniziato prima a Venezia, passando per Matera, che ha fatto tappa al Farm Cultural Park di Favara, ma anche a Napoli, mantenendo il cuore pulsante in Siciliaa. “Proprio per questo nasce il nome Senza fissa dimora – spiega Serena Ribisi, marinese di nascita, con tanto orgoglio ma anche con un pizzico di emozione –, siamo girovaghi e senza limiti. Ci siamo impegnati per rivalorizzare qualcosa di nostro, qualcosa che ci appartiene: la nostra area archeologica di Marineo che, purtroppo, non viene né percepita, né vissuta neppure dagli stessi cittadini del luogo. Vogliamo che diventi un bene culturale di comunità. Siamo entusiasti che il nostro progetto sia stato ben accolto dal Parco archeologico Himera, Solunto e Monte Jato e abbia trovato il finanziamento di Ancos Confartigianato”.

Gli eventi in programma

Le attività di Foresteria Archeologica partono dal giardino del Castello Beccadelli per spostarsi, dopo l’inaugurazione del 31 luglio dell’area archeologica Makella La Montagnola, proprio all’interno del parco. Al momento l’area dei reperti è visitabile solo da studiosi e su richiesta, ma da fine mese diventerà un bene di fruizione pubblica. Il mese di luglio sarà ricco di eventi per grandi e piccini. In programma i laboratori didattici per i bambini. Le attività andranno avanti fino a settembre. In calendario anche concerti con artisti della casa discografica 800A Records, incontri a tema come quello del 24 luglio con un evento dedicato proprio alla riqualificazione dei beni culturali del territorio ed esempi di buone prassi. O ancora l’appuntamento del 7 agosto con la presentazione del libro di Alessandro Cacciato, “La sindrome del Gattopardo” e i ragazzi del Tam (Tower Art Museum di Matera). Foto: Virgilioferrara – CC Attribution-Share Alike 4.0 International.

Articoli correlati