Dolore e commozione nel giorno dei funerali di Alessio Terrasi, il 24enne morto in un incidente stradale a Piano dell’Occhio, nel Palermitano. Il giovane è rimasto vittima di un grave scontro, mentre tornava a casa dopo il lavoro. Una tragica fatalità lo ha portato via, lungo una strada che non voleva più percorrere con la moto. Da lunedì sarebbe andato in auto, aveva deciso, insieme a un collega, come racconta il Giornale di Sicilia.

Ieri nel quartiere Cep di Palermo in tanti hanno voluto dare l’ultimo saluto ad Alessio, abbracciando la famiglia Terrasi, sconvolta dalla tragedia per la perdita del giovane:

“Mio fratello era una persona solare, buono come il pane e molto generoso”, ha raccontato il fratello Marco Terrasi. Aggiungendo: “Era sempre a disposizione degli altri. Bonariamente disturbava chiunque, era un dolce attaccabrighe ma poi, subito dopo, ti abbracciava e chiedeva scusa”.

Alessio viene ricordato come un ragazzo buono, lavoratore, amante della famiglia e degli amici. “L’ultima volta che ho visto mio figlio – ricorda la mamma – purtroppo è stato venerdì sera. Tutte le mattine lo svegliavo e lui dal letto mi chiedeva se il caffè fosse pronto. Glielo portavo e poi s’alzava e lasciava la tazzina in bagno. O nella cameretta. Era disordinato. Sabato mattina, purtroppo, mi sono addormentata perché mi ero svegliata molto presto e non l’ho visto. Ho sentito solo chiudere la porta”.

Articoli correlati