Un uomo di 33 anni di Priolo Gargallo (Siracusa) si è tolto la vita lanciandosi da un ponte alto 40 metri. La tragedia è avvenuta ieri, intorno alle ore 13: il 33enne era arrivato in moto sul luogo, in contrata Mostringiano.

Sul posto sono giunti i vigili del fuoco con il nucleo elicotteristi, per il recupero del cadavere. Sono in corso indagini da parte di carabinieri e polizia per comprendere le cause del gesto.

Soltanto pochi giorni fa un tentativo di suicidio è stato sventato nel Catanese, grazie all’intervento di una volante del Commissariato di Caltagirone. Una ragazzina di 16 anni minacciava di lanciarsi nel vuoto, da un’altezza di 25 metri. Alla Sala Operativa del Commissariato era giunta una segnalazione che descriveva la situazione e subito l’operatore radio ha diramato la nota alle pattuglie sul territorio, che sono giunte in loco.

In via Circonvallazione c’era la ragazzina, in piedi su un muro, che si sporgeva in avanti, come se volesse lasciarsi cadere. Un poliziotto ha iniziato a parlare con toni confortanti, distraendola dall’intento, mentre un altro, senza farsi notare, l’ha colta alle spalle, cingendola alla vita e traendola indietro.

La 16enne è stata soccorsa da un’ambulanza, arrivata nel frattempo sul posto, ed è stata accompagnata in ospedale per le verifiche sanitarie sul suo stato di salute. Gli agenti di polizia hanno inoltrato all’autorità giudiziaria un’informativa sul caso, per comprendere i motivi che abbiano indotto la giovane al tentativo di suicidio.

Articoli correlati